Le tradizioni del popolo Himba: il calcolo dell’età anagrafica, il matrimonio, la comunità

L’approccio antropologico al viaggio riserva tante occasioni per imparare a vedere il mondo con gli occhi di altri popoli. Provare a uscire dal proprio consueto punto di vista, anche solo per pochi giorni, è un piccolo salto nel vuoto che rigenera. 

Durante il viaggio in Namibia tra i villaggi di etnia Himba approfitto quindi della mia guida, anch’essa un Himba, per scoprire tradizioni e cultura del popolo rosso. 

Leggi tutto...

Share this post

Submit to FacebookSubmit to Twitter

Tra i villaggi di etnia Herero e le tribù angolane nella regione del Kunene, in Namibia

Il viaggio in Namibia continua verso un villaggio Herero di cui la guida conosce il capo. Proseguiamo in direzione nord attraversando un paesaggio sempre più grandioso, dove a foreste di mopane si alternano grandi spazi semideserti punteggiati da enormi baobab.

È ormai notte e finalmente il rombo del fiume Kunene, che precipita nella profonda gola a formare le Epupa Falls, annuncia il nostro arrivo all’Epupa Camp, dove montiamo il campo sotto una luna che rende magica l’atmosfera. Siamo al confine con l'Angola.

Leggi tutto...

Share this post

Submit to FacebookSubmit to Twitter

I villaggi di etnia Himba: viaggio antropologico in Namibia alla scoperta del popolo rosso

Estremo nord della Namibia, in viaggio verso il popolo Himba. La capitale di questa etnia è considerata Opuwo, che riceve per questo un discreto numero di visitatori nonostante sia lontana dalle normali rotte turistiche del paese. Sono qui per la stessa ragione.

Assoldo una guida Himba e ci incamminiamo verso il supermarket a comprare sacchi di mais, riso, zucchero e tabacco, doni che lasceremo ai villaggi in cambio dell’ospitalità e della possibilità di scattare qualche foto.

Leggi tutto...

Share this post

Submit to FacebookSubmit to Twitter

La cerimonia del Tak Bat a Luang Prabang: in Laos tra misticismo e tradizione

Ogni mattina esili figure avvolte in lunghe tuniche color zafferano sfilano in silenzio per le vie di Luang Prabang, ai margini della strada li attendono uomini e donne inginocchiati.

Di tanto in tanto i monaci si abbassano e porgono la loro ciotola ricevendo una manciata di riso, della frutta fresca o degli snack. È la cerimonia del Tak Bat, la processione che parte dai monasteri situati in periferia e raggiunge il centro città per poi tornare indietro.

Leggi tutto...

Share this post

Submit to FacebookSubmit to Twitter
crediti

EU e-Privacy Directive

This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

View Privacy Policy

You have declined cookies. This decision can be reversed.

You have allowed cookies to be placed on your computer. This decision can be reversed.